TEDxROMA2017

Al TEDxRoma 2017 abbiamo immaginato e progettato il futuro dei prossimi 20 anni. Il 2037 è il futuro che stiamo costruendo adesso, ma che non lasceremo solo in eredità ai posteri; potremmo infatti vederlo con i nostri occhi e viverlo attraverso le scelte che faremo e lì, nel 2037, saremo chiamati a spiegare le motivazioni e gli obiettivi di tali scelte.

E’ un futuro che immaginiamo oggi oltre l’immaginabile, ma che in realtà è necessario possa essere il frutto di un pensiero “lento”, di un gesto responsabile che ponga sempre al centro il tema dell’etica del progresso come risultato a cui tendere per poter regalare all’umanità una prospettiva migliore.

Il 2037 sarà il nostro futuro prossimo, ma saremo in grado di trasformarlo in un regalo che contenga le soluzioni ai nostri problemi più annosi? Riusciremo a utilizzare la scienza e l’ingegno umano per creare le piattaforme di una nuova società del futuro, più forte e consapevole di quella del passato?

Le tematiche affrontate, e che potrete vedere raccontate nei video di seguito,  comprendono domande e risposte sulle tecnologie di frontiera, sul passaggio generazionale, sul senso della democrazia e sulla sua eventuale fine.

Le sessioni principali sono state sviluppate attraverso 3 momenti significativi del percorso di trasformazione e del viaggio che ci porta dal nostro presente al futuro che vogliamo e hanno raccontato realtà inattese e a volte contrastanti, ma tutte ispirate dal sentimento comune della necessità di costruire una nuova società del futuro che in questa fase di transizione epocale sia in grado di essere maggiormente protagonista di quanto non lo sia stata quella del passato.

TEDxRoma 2017 Flickr

Siamo partiti dal concetto dei “confini porosi” nella prima sessione di talks per indicare come il passaggio dal nostro tempo a quello successivo, da un luogo a quello confinante, da un pensiero a quello del suo superamento non sempre avverrà attraverso gesti netti o scelte verticali. Proprio nel confine di contaminazione tra le diverse culture e societa’, in mezzo tra le tradizioni e i nuovi bisogni, oggi esiste quella porosita’ che conduce forse alle risposte e alle visioni che stiamo cercando.

Un luogo, dunque, in cui osservare il presente e pianificare il futuro in maniera da includere la richiesta di cambiamento e rispettare le diversità.

In questa sessione affrontiamo il tema delle nostre citta’ future, dei possibili sistemi energetici; dell’integrazione tra diversi, ma non troppo lontani, modi di sentire e quindi delle popolazioni e della loro coesistenza e immaginiamo ogni frontiera essere più opaca, porosa, e diventare un confine sostenibile tra presente e futuro che segna la vera origine della transizione.

Lista speaker nell’ordine dell’evento:

La seconda sessione ha raccontato il fenomeno immaginario dei “mondi fluttuanti”, ovvero quei mondi nuovi che stanno perdendo i solidi punti di riferimento del passato e che sono lì a generare nuove realtà in cui tocca a noi costruire i pilastri del prossimo futuro. Tecnologia e medicina, informatica e robotica, creativita’ e nuova economia, sono oggi sempre piu’ interconnessi e questa nuova dimensione di incontro e di scontro tra le diverse discipline e’ la base del futuro che vivremo attraverso un paradigma completamente nuovo e multidisciplinare.

Da oggi ai prossimi 20 anni vivremo si l’era del cambiamento più veloce e radicale che la storia abbia mai visto e fin da subito dovremmo imparare a capire questi nuovi mondi e le realtà inattese che sono il risultato della loro continua fluttuazione.

In questa sessione parliamo di intelligenza artificiale e cyber security, di nuovi sistemi inclusivi per l’architettura e di biogenetica, e ancora di nuovi mondi del marketing e del diverso ruolo che il copyright dovrà avere nel futuro per valorizzare la crescente offerta di creatività in sostituzione alla diminuzione dei posti di lavoro tradizionali.

Lista speaker nell’ordine dell’evento:

In terza sessione abbiamo affrontato il tema della società e della democrazia del domani. L’abbiamo chiamata “Utopia di un futuro positivo”, per evocare un messaggio di speranza e una dichiarazione di necessità. Il riferimento è ovvio, e voluto, a quella bella utopia che Platone auspicava nella sua visione del tempo di Zeus, pensando ad una umanita’ dotata di liberta’ e capacita’, ma che al contempo lui stesso temeva pensando ai potenziali risvolti fallimentari che la troppa liberta’, e quindi la democrazia, avrebbero generato se non solidamente supportate dalla competenza e dall’onesta’.

E noi domani, alla luce delle asimmetrie sociali ed economiche in atto, riusciremo a diventare più consapevoli e illuminati e a usare le libertà e il progresso fin qui ottenuti al fine del raggiungimento di obiettivi più alti? quale sarà il nuovo “Tempo” del nostro futuro?

Creeremo un modello forse utopistico, ma virtuoso, di società sostenibile? E se siamo davvero alle soglie di un nuovo inizio, potrà essere questo il preludio di un mutamento di prospettiva capace di costruire una nuova umanità razionale e di darle il giusto equilibrio tra libertà e responsabilità?

In questa sessione dunque parliamo di Democrazia intesa come amicizia, di meritocrazia e e grandi intuizioni, di paure del presente con la speranza che possano diventare opportunità di riflessione e cambiamento per il futuro, e infine concludiamo la nostra giornata con il messaggio di Philip Zimbardo teso alla creazione di una nuova società per il 2037 che sia più coraggiosa e costruita da giovani chiamati a esser i Super Eroi di tutti i giorni: i nostri figli!

Lista speaker nell’ordine dell’evento:

ABOUTTED

TED è un’organizzazione non-profit votata alle «idee che meritano di essere diffuse» – «Ideas Worth Spreading». L’obiettivo del TED è quello di diffondere idee che abbiano valore ed è questo lo spirito che animò la prima conferenza TED organizzata nel 1984, che durò quattro giorni e il cui scopo principale era quello di riunire persone provenienti da tre mondi: Tecnologia, Entertainment, Design. Da allora i suoi orizzonti si sono ampliati sempre di più. Durante la conferenza annuale – la «TED Conference» che si tiene ogni anno a Vancouver , British Columbia , – gli speaker sono invitati a raccontare le proprie idee e intuizioni, attraverso discorsi e presentazioni della durata massima di 18 minuti. Questi racconti di pensieri, idee, azioni, spunti di riflessione, di azione e di immaginazione sono raccolti sul sito www.ted.com e messi a disposizione degli utenti del web. Oggi il progetto TED include il sito dove sono raccolti i video «TED Talks», il progetto «Open Translation» e «TED Ed» i «TED Fellows» e il programma «TEDx», oltre al «TED Prize» che si tiene ogni anno.

ABOUTTEDX

x = eventi TED organizzati in modo indipendente

Nello spirito delle “idee che meritano di essere diffuse“, TED ha lanciato il programma TEDx, che consiste in una serie di eventi locali organizzati in modo indipendente che si propongono di riunire il pubblico per vivere un’esperienza simile a quella che si sperimenta con TED. Il nostro evento si chiama TEDxRoma, dove x = evento TED organizzato in modo indipendente, in cui presentazioni dal vivo e proiezioni di video tratti da TEDTalks sono combinati allo scopo di favorire relazioni e discussioni tra i partecipanti. Le Conferenze di TED forniscono il modello generale per gli eventi TEDx, mentre i TEDx locali, incluso il nostro, sono realizzati in modo autonomo.

Twitter TED: twitter.com/tedtalks

GLISPEAKERS

ILTEAM

ADVISORYBOARD

MAIN PARTNER

HOTEL PARTNER

PRESS OFFICE

MEDIA PARTNERS

TECHNICAL PARTNER

COMMUNITY

CONTATTI

Mandateci le vostre Ideas Worth Spreading, o semplicemente chiedeteci ulteriori Informazioni


Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio



Il TEDxRoma è un evento ad ampio respiro. Per questo pianteremo una foresta di faggi e querce che assorbiranno 179 t di CO2 in 50 anni di crescita, neutralizzando le emissioni prodotte dall’evento.