GiuliaBaccarin

Giulia Baccarin per anni ha lavorato all’estero, in modo particolare con l’Oriente che ama enormemente. Rientrata stabilmente in Italia, giovanissima, a 27 anni si rende conto che ciò che più desidera è creare una realtà aziendale virtuosa, in grado di restituire fiducia e accogliere tutti quei talenti italiani in fuga all’estero per mancanza di opportunità valide.
Così diventa azionista e managing director di I-care, oggi azienda leader per la manutenzione predittiva e l’ingegneria d’affidabilità. Con la crescita di I-care e la realizzazione del suo “sogno imprenditoriale” nasce, parallelamente, un forte desiderio di promuovere e supportare lo spirito imprenditoriale di altri giovani talenti, strizzando l’occhio al mondo femminile, che come lei volessero fare impresa in Italia. Con questo obiettivo fonda nel 2012 MIPU, gruppo di aziende specializzato in modellistica predittiva e Data Science. Il percorso, simile a quello di tante altre donne che si sono affacciate al mondo dell’impresa, è stato indubbiamente arduo, non da ultimo anche per la difficoltà di essere riconosciuta come interlocutore autorevole in un settore a prevalenza maschile come quello STEM. La sfida è solo all’inizio, dice, ma i successi di questi ultimi anni hanno ampiamente ripagato i sacrifici: poco più di un mese fa Gamma Donna, in partnership con il Sole24Ore, le ha assegnato il premio per l’imprenditoria Giovanile e Femminile con lo specifico riconoscimento di “aver creato con successo un’iniziativa imprenditoriale di innovazione aperta, con forte impronta internazionale”.

Portraits by Eolo Perfido
https://eoloperfido.com

TEDxROMASPEAKERS