Project Description

GABRIELE MAINETTI

REGISTA

Regista di uno dei film italiani del momento: “Lo chiamavano Jeeg Robot”, un film che secondo pubblico e critica sta rivoluzionando le convenzioni e il linguaggio del nostro cinema, Mainetti ambienta la sfida tra supereroi contemporanei nell’antica e, per il genere, insolita città di Roma.
Mainetti usa la sua passione per fumetti e cartoni animati giapponesi per raccontare storie e spaccati di vita quotidiana spesso forti e toccanti e il successo di questo suo primo lungometraggio è anche la storia positiva di una sfida produttiva non facile da vincere, ma portata avanti con costanza e indiscusso coraggio.
La sua storia inizia a Roma dove studia cinema per poi continuare a NY dove frequenta corsi di regia e sceneggiatura. Come attore recita in diverse produzioni cinematografiche e televisive, per poi approdare alla regia nel 2008 con il cortometraggio “Basette” presentato in più di 50 festival internazionali.
Nel 2011 fonda la casa di produzione Goon Films con la quale realizza il suo secondo cortometraggio, “Tiger Boy”, subito acclamato dalla critica cinematografica e ottiene diversi riconoscimenti in Italia e all’estero, tra cui il Nastro d’argento per il miglior cortometraggio nel 2013, arrivando anche in finale per la nomination all’Oscar nella stessa categoria nel 2014.